Percorso Giir di Mont 32 KM

Il percorso parte dal centro del paese in Piazza della Chiesa, scende verso il fondovalle lungo la mulattiera che porta in località Lavinol quindi, oltrepassando il torrente Varrone, si inizia la prima delle tre salite, che conduce al 1° passaggio intermedio: l’Alpe Chiarino a quota 1558 mt, dopo 5 km di corsa.
La salita continua, addolcendosi, per 1 km attraverso splendidi boschi di larici e, seguendo un sentiero abbastanza impegnativo che richiede prudenza ed attenzione, porta sopra le baite dell’Alpe Barconcelli per poi raggiungerle affrontando una discesa che procede per poco più di 2 km conducendo agli Alpeggi di Casarsa prima e dei Forni poi (Km 9), e riporta a quota 1180 mt prima di imboccare la seconda salita.
Dopo un breve strappo si giunge all’Alpe Vegessa dove è posto il 2° intermedio ed il 1° cancello fissato in 2h 15′. Da qui si imbocca la Valvarrone seguendo la strada militare per 4 km fino in prossimità del rifugio Varrone dove, guadando il fiume, si inizia la salita più impegnativa del percorso che conduce gli atleti alla Bocchetta di Larecc (2063 mt di quota) con una salita di 800 mt di dislivello in poco più di 3 km; gli ultimi 600 metri di salita sono godibili dal Gran premio della Montagna, richiamando sempre un numeroso pubblico.
La gara ora prosegue con una discesa altrettanto impegnativa che attraverso pietraie ed un ripido sentiero, in meno di 2 km e con un dislivello di 700 mt porta all’Alpe Fraina, dove le pendenze si addolciscono fino all’Alpe Caprecolo, per poi tornare a scendere imboccando la strada militare della Valle fino all’Alpe Rasga (km 19), dov’è posto il 4° intermedio e dove inizia l’ultima e più lunga salita. La prima parte è la più dura, dalle baite di Domant fino alle case di Pianch; si raggiunge poi l’Alpe Premaniga (1403 mt), dove è posto il 2° cancello orario fissato in 5h 15′.
Da qui la salita si fa meno ripida e porta verso l’Alpe Solino (km 25), passa poco sopra le baite dell’Alpe Piancalada, e conduce all’ultimo alpeggio e ultimo intermedio: l’Alpe Deleguaggio (1690 mt), da dove inizia l’ultima e tecnica picchiata verso il traguardo nella piazza Premana.
Saranno predisposti ristori lungo tutto il percorso.
L’organizzazione ha elaborato negli anni una tabella pacemaker indicativa che è messa a disposizione dell’atleta, ricordando che si tratta di indicazioni molto soggette a variazioni in relazione al singolo ed al contesto ambientale.

Altimetria

Dislivello positivo totale pari a 2400m, suddivisi in tre salite principali seguite da altrettante discese.
Queste sezioni vanno a determinare gli intertempi rilevati come segue:
• Tratto Premana (1000m) – Chiarino (1558m)   5,6 Km dislivello positivo 880 m
• Tratto Chiarino (1558m) – Vegessa (1190m)   2,4 Km
• Tratto Vegessa (1190m) – Bocc. Larec (2063m)   5,6 Km dislivello positivo 950 m
• Tratto Larec (2063m) – Rasga (1090m)   4,6 Km
• Tratto Rasga (1090m) – Deleguaggio (1690m)   7,4 Km dislivello positivo 570 m
• Tratto Deleguaggio (1690m) – Premana (1000m)   6,4 Km
Bocchetta Larec, con i suoi 2063m, rappresenta il punto più alto del percorso.

Premi

vieni a scoprire il ricco montepremi e le sorprese che abbiamo riservato per te

Premi

Scopri il Giir di Mont con la mappa interattiva

di seguito la tabella pacemaker ed il dettaglio dei ristori
28 Luglio 2019
Giir di Mont - XXVII ed.
0
0
0
0
Days
0
0
Hrs
0
0
Min
0
0
Sec